HOME PAGECHI SIAMOPRODOTTISERVIZICONTATTIORARI

     
 

Il nostro nonno, Giovanni Coassin, ha fondato l'attività nel 1908 a Maniago, erede di una dinastia di Panificatori risalente alla seconda metà del 18° secolo in quel di Portogruaro.

Quest'anno festeggiamo i nostri 100 anni di attività familiare!

L'amore per le tradizioni e i sapori genuini, e l'apprezzamento dei nostri clienti ci incoraggia a proseguire nel nostro lavoro, cercando di offrire sempre il meglio della nostra produzione.

Cerchiamo di far sentire i nostri clienti in un posto familiare dove anche la socialità ha la sua importanza, nella frangranza del pane appena sfornato e lavorato con amore.


(foto: il primo negozio e laboratorio in via Umberto I)
 

(foto: il negozio di via Umberto I, n°141)

Causa dissapori col padre e complice l'amore per una bella sartina di Maniago tal Locatello Maria, detta Maria Tela, nonno Giovanni lasciò il paese natio per trasferirsi a Maniago nel 1906.
Due anni dopo, avviata l'attività in proprio impalmò la bella sartina, dalla quale ebbe quattro figli, due dei quali, prima Carlo e poi Silvio, contribuiranno in maniera determinante a creare quella che ancora adesso è un azienda leader nel suo campo.

Negli anni venti il nonno spostò il laboratorio dall'angusta sede di via Roma, una pertinenza della Locanda Tre Torri, a quella attuale in via Umberto I°.
In quegli anni il pane veniva venduto direttamente nel laboratorio ed infatti bisognerà attendere il 1950 per vedere il primo negozio, ricavato nell'abitazione annessa.

Nel frattempo, venuto a mancare prima il fondatore Giovanni e poi il figlio Carlo l'attività venne portata avanti dall'altro figlio Silvio, imprenditore stimato e rimpianto ancora da tutta la comunità Maniaghese.

Nel 1980 Silvio realizzò il nuovo negozio in via Umberto I°.

 

(foto: il nuovo negozio di via Roma, n°28)

Nei primi anni '60 vide la luce la prima rivendita di pane, situata tutt'ora in via Roma. Per l'epoca era un grande negozio e diventò subito un punto di riferimento per tutti i Maniaghesi, da piazza Italia alle colvere e tappa obbligata per i "foresti" che venivano a fare il "Luni".

Nel frattempo la famiglia di Silvio cresceva, la moglie Angelina gli regalò ben sette figli, tre dei quali continueranno l'attività paterna.

Silvio, oltre all'amore per il suo lavoro coltivava da sempre anche una passione per la meccanica, che realizzò all'inizio degli anni '70 fondando, con l'amico e socio Guido Pascotto la Vi.Pa.Co., all'inizio fabbrica di rivetti per le coltellerie e col tempo industria di torneria e lavorazioni meccaniche speciali di altissima precisione.

 
Coadiuvato dai figli Enzo, Romano e Antonio, nel 1993 realizzò il suo sogno più grande: la costruzione di un nuovo laboratorio di oltre 200 mq dotato di una attrezzatura all'avanguardia per la produzione di tutte le specialità dolciarie e di panificazione che hanno sempre contraddistinto il Panificio Coassin.

Nel 2005 un ulteriore passo avanti con l'apertura della rivendita di via Oberdan, un negozio fornitissimo, luminoso e simpatico.

Sono passati cent'anni, ma il nostro è ancora "il Pane che sa di Pane".


(foto: il negozio di via Oberdan, n° 2)
 

(foto: "Gelatiamo" a Seattle)

Lasciata la conduzione del Panificio ai figli, Silvio, ormai settantenne volò in America, in quel di Seattle, per assistere la figlia Maria nella realizzazione di una gelateria con annesso laboratorio (guarda caso) di pasticceria.
Naque così "Gelatiamo", uno dei punti di riferimento per gli abitanti di Seattle in cerca del Gusto e della Qualità tutta italiana delle sue Specialità.

Scomparso anche Silvio, i figli continuarono a rinnovare la tradizione di freschezza e di genuinità dei prodotti della panificazione che da sempre contraddistingue il Panificio Coassin.

Le ricette e l'inventiva di Antonio, sempre alla ricerca di qualcosa di nuovo, continuano ad incantare il palato dei nostri clienti.